Ultime acquisizioni della Biblioteca

Il lockdown non ci ha fermati e anche nel periodo di chiusura della biblioteca abbiamo continuato a catalogare incessantemente!

Tenete d’occhio anche i nostri account Facebook e Instagram dove pubblichiamo tutte le novità acquistate dalla Biblioteca

In questo Bollettino segnaliamo titoli e collocazioni delle pubblicazioni catalogate dalla Biblioteca nel periodo da gennaio a giugno 2020.

Sono stati creati elenchi distinti per:

  • monografie (libri di argomento specialistico finalizzati soprattutto alle attività di ricerca scientifica, pervenuti per acquisto, dono o scambio, o recentemente catalogati pur facendo parte da tempo delle nostre collezioni);
  • pubblicazioni appartenenti alle collezioni miscellanee di Mineralogia (brevi saggi di argomento specialistico facenti parte di raccolte formatesi nel corso degli anni presso il Punto di servizio di Mineralogia e attualmente in corso di catalogazione);
  • cartografia (carte geologiche, geografiche etc. di recente acquisizione, o possedute da tempo ma solo recentemente catalogate).

Per ogni titolo elencato vengono riportati i numeri di inventario (preceduti dalle rispettive serie inventariali) e, di seguito, le collocazioni delle copie acquisite.

Reference online

L’emergenza sanitaria in corso non consente ai bibliotecari di incontrarti per fornirti assistenza nelle ricerche bibliografiche per la tesi o per approfondire un argomento per la preparazione di un esame o per un tuo interesse personale o anche per stendere una bibliografia.

Possiamo comunque fornirti il nostro aiuto!

Puoi contattarci scrivendo una email a geobib@unimi.it oppure utilizzando il servizio #Chiedialbibliotecario 👉https://bit.ly/2Y4qd5S

Ti proporremo un appuntamento virtuale su piattaforma #Teams e se vorrai faremo insieme a te le ricerche delle quali hai bisogno.

Dalle prime carte topografiche italiane del 1814 alla Carta Topografica d’Italia dell’I.G.M.

La cartografia italiana post-unitaria parte dall’esempio fornito dallo Stato maggiore francese durante le guerre napoleoniche, in cui la tracciatura del terreno mostra tutta la sua importanza ai fini di un rapido movimento e dispiegamento delle truppe.

Tra i risultati più notevoli di questo periodo ricordiamo la Carta Topografica degli Stati di Terra Ferma del Regno di Sardegna (nonostante fosse il cuore formale dello stato fu tralasciata la mappatura dell’isola sarda) in scala 1:50000, la Carta del Regno di Napoli in scale 1:80000, lasciata incompiuta per la caduta del regno. Una nota di rilievo particolare riguarda l’Istituto geografico austriaco, che oltre ai territori direttamente controllati si prese la briga di mappare anche i Ducati padani, la Toscana e lo Stato Pontificio nell’insolita scala 1:86400.

Da qui nascono gli uffici topografici degli Stati italiani post-unitari: l’Ufficio topografico estense (Ducato di Modena, 1815), l’Ufficio topografico-militare del Granducato di Toscana (1828), l’Imperiale e reale istituto geografico militare austriaco (che eredità il materiale lasciato dal Regno d’Italia napoleonico), l’Opificio topografico del Regno delle due Sicilie (1817), ed infine l’Ufficio topografico del Regno di Sardegna, parte del Corpo di Stato Maggiore Generale sabaudo. Quest’ultimo è il diretto antenato dell’odierno Istituto Geografico Militare, e nel 1865 diverrà l’erede di tutti gli enti anzidetti.

Nella nostra biblioteca è conservata la Gran carta corografica itineraria e statistica del Regno Lombardo-Veneto del 1859 alla scala 1:72800, multiplo della scala abitualmente utilizzata, scelta forse vista l’estensione del territorio da rappresentare. La coloritura a mano, pratica riscontrata in molte carte della seconda metà dell’ottocento, era spesso opera dello stesso tipografo che rendeva, con colori e ombreggiature i rilievi. Nell’immagine a corredo si nota anche un intervento di coloritura a pastello con legenda anch’essa manoscritta.

*Gran carta corografica itineraria e statistica del Regno Lombardo-Veneto / compilata da Alessandro Maridati ed incisa da Pezze, Allodi e Bezzera. – Scala: [1:172800 ca.]. – [Milano : Ferdinando Artaria e figlio], 1859. –
1 c. in 57 fogli + 2 quadri d’unione

Compiuta l’Unità, l’Ufficio topografico del regno sardo si trova davanti al compito di unire questo pot-pourri di carte di epoche e scale differenti in un’unica rappresentazione. Mentre è intento a questo compito cambia più volte di nome: Ufficio tecnico del Corpo di Stato Maggiore nel 1861, Istituto topografico militare nel 1873 e finalmente Istituto Geografico Militare nel 1882 (IGM).

Nel 1875 dopo un travagliato dibattito si giunse all’adozione delle isoipse nella cartografia italiana, ed iniziarono i lavori per la stesura della Carta topografica in scala 1:25000. I lavori per la stesura di questa carta furono lunghissimi; si scelse di privilegiare i territori più importanti dal punto di vista militare, cosa che favorì i territori di confine del Settentrione, lasciando indietro quelli meridionali, ritenuti militarmente meno importanti. Nell’età moderna generalmente nella raffigurazione delle carte si prende come punto di partenza l’idea che il globo terrestre sia diviso in 60 fusi orari di 6° ciascuno, per evitare eccessive distorsioni del territorio; l’Italia dal 1940 scelse invece una particolare proiezione denominata Gauss-Boaga che prevedeva l’esistenza di due fusi (corrispondenti ai fusi 32-33 di quello internazionale), battezzati Fuso Ovest, Fuso Est. Questo comportò la creazione della Carta topografica d’Italia denominata serie 25 v tuttora in uso, che se a partire dal 1977 l’IGM decise di abbandonare questa peculiarità italiana per conformarsi pienamente alle regole internazionali.

Articolo a cura di Ivan Costanza, Biblioteca di Scienze della Terra “A. Desio” contatti: ivan.costanza@unimi.it

Leonardo Rombai “La cartografia di livello prima e dopo l’Unità” tratta da Geotema, v. 58.

Edoardo Boria “Storia della cartografia in Italia dall’Unità ad oggi: tra scienza, società e progetti di potere”, Novara, Utet, 2020.

Enciclopedia Treccani: voci Giovanni Boaga, Carl Friedrich Gauss, IGM, Mercatore.

Materiali dei corsi, video e tutorial

La nostra Biblioteca, nell’ambito dei corsi di formazione organizzati dallo SBA sull’uso delle banche dati disponibili in Ateneo per le Scienze della Terra, organizza i corsi sull’uso delle banche dati GeoRef e GeoScienceWorld.

Vista l’impossibilità in questa fase di attivare i normali incontri in presenza abbiamo messo a disposizione le slide esplicative che abitualmente noi bibliotecari utilizziamo per i corsi sull’uso delle due banche dati. Trovate il link nella sezione Risorse per Materia del sito web della nostra Biblioteca https://www.sba.unimi.it/Biblioteche/sterra/5153.html

E’ possibile inoltre consultare dei video tutorial di YOUTUBE sull’utilizzo di GeoRef e GeoScienceWorld che possono aiutarti nell’apprendimento delle strategie di ricerca e illustrare tutte le potenzialità che queste risorse offrono:

GeoScienceWorld

GEOREF

Qui trovi la Guida in linea per le banche dati su piattaforma Ovid come Georef. Al suo interno sono disponibili due video YOUTUBE per l’uso della Strategia di RICERCA BASE e AVANZATA.

Alla pagina #bibliounimidacasa trovi tutti i materiale dei corsi sulle banche dati della Biblioteca Digitale, le slide degli incontri ‘Verso la tesi‘ e videolezioni e tutorial per imparare ad usare al meglio le risorse messe a disposizione dalla Biblioteca Digitale e dalle biblioteche della Statale.

ATTENZIONE! per visualizzare le slide clicca su “materiali relativi ai corsi” e autenticati con le credenziali della casella di posta d’Ateneo.

Reference online

Le biblioteche sono chiuse ma noi bibliotecari continuiamo a lavorare da remoto e abbiamo potenziato il servizio di consulenza online (reference).

Puoi contattarci usando il servizio Chiedi al bibliotecario oppure scrivendoci una email a geobib@unimi.it, ci trovi anche sui nostri account social.   

Possiamo fornirti assistenza per ricerche bibliografiche per la tesi o per approfondire un argomento, utilizzo di cataloghi, banche dati, discovery tool, maschere di ricerca della Biblioteca digitale, aiutarti ad individuazione risorse alternative (ebook) ai testi cartacei abitualmente utilizzati per lo studio, la didattica e la ricerca

E’ stato anche attivato un servizio di acquisizione on demand di ebook per studenti e dottorandi: puoi segnalare un ebook dalla tua area personale del Catalogo.
Non tutti i libri hanno una versione elettronica, e non tutti i formati possono essere acquistati, consulta le faq per saperne di più!

Siamo a disposizione anche per darti assistenza per l’uso delle principali banche dati e risorse elettroniche per le Geoscienze: GEOREF e GeoScienceWorld; oppure puoi visitare la sezione Risorse per materia del nostro sito, dove abbiamo messo a disposizione i tutorial per il loro utilizzo.

Alla pagina https://www.sba.unimi.it/Strumenti/15958.html trovi slide e tutorial sull’uso delle banche dati, materiali degli incontri “Verso la tesi”, tutorial sul catalogo e altro.

Straordinario accesso pubblico a ebook tramite GSW

Alcune delle più importanti istituzioni mondiali di ricerca nell’ambito delle Geoscienze hanno deciso di attivare, a sostegno di tutta la comunità scientifica dato il periodo di emergenza sanitaria, l’accesso pubblico ai loro ebook attraverso la piattaforma GSW (GeoScienceWorld).

Fino al prossimo 30 giugno sarà possibile infatti accedere agli ebook di:

Si tratta di quasi 2000 titoli tra i quali segnaliamo, a mero titolo esemplificativo:

GSA Field Guide, GSA Special Papers, AAPG Memoir, Reviews in Economic Geology, The Canadian Mineralogist Special Publication, SEPM Special Publication.

Per accedere alle risorse è necessario collegarsi a GSW dal link: https://pubs.geoscienceworld.org/books

Per informazioni è possibile contattare: gswinfo@geoscienceworld.org

Ricordiamo che i bibliotecari sono a disposizione per assisterti nell’uso della piattaforma.

Puoi contattarci all’indirizzo di posta elettronica: geobib@unimi.it

Biblioteca digitale UniMI: risorse

Wiley Online Library

Nella nostra biblioteca digitale è disponibile l’accesso, per tutto il 2020, al catalogo degli onlinebook dell’editore Wiley.
Si tratta di circa 22.000 titoli di diverse aree disciplinari a disposizione di tutta la comunità dell’Ateneo per la consultazione e il download.

👉 https://bit.ly/2UCpl6P

Accesso alla risorsa:

  • dalla piattaforma dell’editore;
  • dalla lista degli ebook, selezionando Wiley Online Library come Editore/Piattaforma.

Ricorda che l’accesso avviene autenticandoti con le credenziali di posta d’Ateneo 🔓

La sezione “Earth, Space & Environmental sciences” contiene oltre 1100 titoli suddivisi in:

📍 Earth sciences
📍 Environmenatl Studies
📍 Space and planetary sciences

Ogni argomento è poi ulteriormente reso ricercabile per topics e ulteriormente circoscrivibile attraverso i filtri per tipologia di materiale, anno di pubblicazione etc.

I bibliotecari sono a disposizione per assisterti nella ricerca.
Puoi contattarci al nostro indirizzo geobib@unimi.it 📧 !!!

Risorse cartografiche online

#risorsecartograficheonline

#iostudiodacasa

Oggi vi segnaliamo alcuni siti dove possibile trovare differenti tipologie di materiale cartografico online e basi informative tematiche.

Si va dalla cartografia del Progetto CARG, alle immagini GIS, base dati topografiche, visualizzatori di informazioni geografiche 2D e 3D, cartografia storica, immagini satellitari e molto altro.

thank to @alex_andrews

Geo portale della Lombardia : dati, mappe, servizi geografici del territorio lombardo disponibili in rete.
Questo portale di accesso al vasto patrimonio di informazioni territoriali lombarde presenta on-line le basi geografiche di riferimento più comunemente utilizzate (cartografia tecnica, foto aeree, immagini da satellite…) e diverse basi informative tematiche (uso del suolo, database topografico regionale…).
I servizi offerti spaziano da un visualizzatore di informazioni geografiche che consente la composizione di mappe sovrapponendo differenti livelli informativi, un catalogo dei dati e dei servizi geografici realizzati in Lombardia e un servizio di download attraverso il quale scaricare gratuitamente alcune banche dati.
http://www.geoportale.regione.lombardia.it/servizi

Regione Emilia-Romagna cartografia interattiva e banche dati

Il sito consente la consultazione on-line della cartografia tematica, della documentazione relativa alle banche dati territoriali curate e aggiornate dal Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli. E’ possibile consultare la cartografia tematica on-line e la documentazione relativa alle banche dati territoriali curate e aggiornate dal Servizio geologico, sismico e dei suoli. Tramite il Catalogo dei dati geografici, i dati georeferenziati sul territorio sono consultabili in formato vettoriale, raster, tabellare e servizi web WMS ( Web Map Service); per alcuni è possibile il download in formato vettoriale; I siti tematici webgis offrono la possibilità di navigare e di consultare i dati che derivano dai rilevamenti geologici su tutto il territorio della regione. Molti sono i tematismi pubblicati a partire dalla carta geologica a varie scale, la cartografia del suolo, della costa, dellle risorse idriche, del dissesto e delle prove geognostiche. A questi se ne aggiungono molti altri, come il patrimonio geologico ed i geositi, la cartografia delle fonti energetiche rinnovabili per citarne alcuni.

http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/geologia/cartografia/webgis-banchedati/webgis-e-banche-dati


Portale cartografico nazionale : direzione generale per la difesa del suolo
Il Portale Cartografico Nazionale permette la visualizzazione e l’utilizzo della cartografia di base nazionale, prodotta a seguito dell’accordo integrativo tra Stato e Regioni del 12 ottobre 2000 sul Sistema Cartografico di Riferimento. E’ possibile inoltre accedere alla Cartografia 3D: Simulazione tridimensionale del territorio italiano,  alla cartografia del Progetto Natura, del Progetto Coste, del Progetto Incendi.
http://www.pcn.minambiente.it/mattm/

e-Geo un mare di carte
Motore di ricerca on-line di carte geotematiche italiane con l’obiettivo di diffondere a livello nazionale ed internazionale la cartografia geotematica italiana, una delle più antiche e prestigiose, garantire la conservazione di questo patrimonio, diffondere la cultura geologica e mettere a disposizione della comunità geologica (ricercatori e professionisti) un inventario completo di tutta la cartografia geotematica italiana.
Permette all’utente di visualizzare, ingrandire ed inviare, tramite e-mail, un’ immagine a bassa risoluzione (in formato jpg) di tutte le carte presenti nell’ Archivio. Attraverso il pagamento di un contributo a titolo di rimborso spese fornisce plottaggi di alta qualità, immagini raster ad alta definizione (400dpi) su supporto CD-Rom, eventuale bibliografia a corredo delle carte geologiche e geotematiche dell’Archivio e-Geo. Trattandosi di un progetto no-profit, i rimborsi delle spese per i servizi di stampa e di duplicazione su CD sono gestiti dalla Struttura di vendita dell’Università di Siena e sono raccolti in un fondo dell’Ateneo destinato a borse di studio, borse di dottorato o assegni di ricerca aventi come tema la cartografia geotematica e la storia della geologia, in particolare la storia della cartografia geologica.
http://www.egeo.unisi.it/


 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: