Museo delle collezioni mineralogiche, gemmologiche, petrografiche e giacimentologiche

Segnaliamo il Museo delle collezioni mineralogiche, gemmologiche, petrografiche e giacimentologiche con sede presso la Sezione di Mineralogia, Petrografia, Geochimica e Giacimenti minerari del Dipartimento di Scienze della Terra “Ardito Desio”, Università degli Studi, in Via Botticelli 23, 20133 Milano.

Le collezioni del Museo comprendono campioni custoditi in appositi archivi e campioni esposti nelle vetrine.

Le collezioni mineralogiche comprendono circa 10.00 campioni d minerali di cui oltre 1.400 espostin in vetrine.

Le collezioni gemmologiche comprendono circa 300 campioni di gemme naturali e sintetiche di cui oltre 250 in vetrina.

Le collezioni petrografiche comprendono circa 30.000 campioni di rocce di cui oltre 1.000 esposti in vetrine.

Le collezioni giacimentologiche comprendono circa 3.000 campioni di interesse giacimentologico di cui oltre 900 esposti in vetrine.

Oltre alle collezioni citate, il Museo dispone di altro materiale museale-didattico costituito da strutture atomiche di minerali e modelli di poliedri cristallini, le une e gli altri esposti in apposite vetrine.

A questo materiale devono essere aggiunti diversi strumenti scientifici di interesse storico, un pregevole patrimonio librario di antiquariato, carte geologiche e tabelloni didattici d’epoca.

Per la storia del Museo e informazioni dettagliate sulle collazioni clicca qui: sitomuseoMINER2011

Direttore : Prof.ssa Rosangela Bocchio

tel. +39 02 50315601

 e-mail : rosangela.bocchio@unimi.it

Annunci

Il futuro delle Geoscienze in Italia

 

PARTECIPA ALL’INIZIATIVA COMPILANDO ANCHE TU IL QUESTIONARIO

ED ESPRIMI IL TUO PARERE SU QUALI SONO GLI OBIETTIVI

CHE LA COMUNITA’ DEI GEOLOGI DOVREBBE PORSI NEI PROSSIMI ANNI

 

www.futurogeoscienze.socgeol.it

 

Negli anni ’70-80 la geologia italiana è stata protagonista di importanti sviluppi quali la cartografia della Nazione, il progetto Geodinamica, il progetto CROP, oltre a un forte contributo alla ricerca petrolifera, all’inserimento della figura del geologo nel mondo della professione, e ad una fenomenale crescita culturale in tutte le discipline delle scienze della Terra. Tuttavia, nel corso degli ultimi anni, i geologi italiani hanno vissuto una graduale perdita di senso di appartenenza e una diminuzione di progettualità. Hanno senz’altro inciso la riduzione dei finanziamenti, la scarsa attenzione dei politici e degli amministratori alle tematiche delle scienze della Terra, ma anche la mancanza di coesione della nostra comunità e le difficoltà nel comunicare e diffondere la cultura geologica. Tuttavia da più parti si avverte l’esigenza di indagare sulle prospettive delle geoscienze nel nostro paese: comprendere quale sarà il ruolo giocato dai geologi nella nostra società e quali le possibili strategie da adottare nella risoluzione di problemi di interesse globale come il corretto utilizzo delle risorse naturali, la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, la protezione dell’Uomo dai rischi, il cambiamento climatico, ma anche l’origine della Terra: studiarne la storia per una convivenza più consapevole.

L’iniziativa Il FUTURO delle GEOSCIENZE in ITALIA, promossa da Società Geologica Italiana – Servizio Geologico d’Italia – Società Italiana di Mineralogia e Petrologia – Società Paleontologica Italiana, vuole lanciare un appello all’unità della comunità geologica, ponendosi come obiettivo la definizione condivisa di iniziative di interesse strategico, per contribuire alla crescita e allo sviluppo delle geoscienze, e per garantire un futuro migliore alla nostra società. L’obiettivo è quello di definire idee che possano guidare in modo condiviso le scelte nelle geoscienze, sia del mondo della ricerca, dell’industria, che del mondo professionale, scelte che siano strumento per avanzare proposte concrete verso politici e decisori: Idee che sappiano coinvolgere tutti i livelli della comunità geologica, ridandole forza. Per raggiungere questo obiettivo è importante il contributo di tutti i geologi italiani, per tale motivo è stato attivato il sito web inteso come uno spazio aperto, dove proporre idee ed esprimere opinioni. I contributi raccolti verranno sintetizzati e dibattuti in un workshop (previsto per maggio/giugno), per essere poi utilizzati nella stesura di un documento che descriverà gli obiettivi che la nostra comunità si prefigge di raggiungere nel prossimo decennio, gli investimenti e gli strumenti formativi necessari per conseguirli.

CONTATTI

Fabio Petti 06 4959390

Chiara D’Ambrogi 06 50074695 

 futurogeoscienze@socgeol.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: