Ardito Desio e le Scienze della Terra

Una mostra di foto e documenti e un seminario per ricordare Ardito Desio a dieci anni dalla scomparsa.

A organizzarli il Dipartimento di  Scienze della Terra intitolato al noto geologo che ne fu il fondatore. 

Desio, che nel 1954 guidò la spedizione che scalò il K2, la seconda montagna della Terra, ha insegnato a lungo in Statale e sono proprio alcuni dei suoi allievi a trattarne la figura umana e scientifica negli interventi di apertura del convegno animato da interventi di giovani ricercatori.

Negli argomenti in  programma i temi delle Scienze geologiche più cari a Desio, come la paleontologia e la petrografia dell’Asia centrale, l’Antartide, la glaciologia delle Alpi e del Karakorum, la geologia applicata, la geologia del Karakorum, la geomorfologia del deserto libico.

Convegno 2 dicembre 

ore 9.30: Sala di Rappresentanza del Rettorato,  via Festa del Perdono 7

ore 14.30: Sala C3, via Mangiagalli 25

Inaugurazione mostra, 2 dicembre, pomeriggio. Dipartimento di Scienze della Terra, via Mangiagalli 34

 

AVVISO: 

Venerdì 2 dicembre, in occasione delle celebrazioni per il decennale della scomparso del Prof. Desio,  la sala di lettura della Biblioteca di Scienze della Terra resterà chiusa.

 

Gli scavi archeologici dell’Università degli Studi di Milano: bilancio di un decennio di ricerche

Locandina definitiva dell'iniziativa

 

 

Segnaliamo questo convegno che avrà luogo lunedì 28 novembre presso la Sala di Rappresentanza del Rettorato.

 

Omaggi

Sono disponibili in sala di lettura i seguenti fascicoli di rivista in omaggio:

*Elements : an international magazine of mineralogy, geochemistry, and petrology. – V. 1(2005)-. – Richmond, CA : The Mineralogical society of America, 2005. – v. ; 28 cm. ((Trimestrale. Dal 2006 bimestrale.    

Vol. 7, n. 2,3,4

*Coloquios de paleontologia. – 43(1991)-. – [Madrid] : Editorial Complutense, 1991-. – Ill. ; 24 cm. ((Annuale. – In testa al front.: Departamento de paleontologia.

Vol. 59(2009)

Incontro preliminare Student Chapter AAPG

Martedì 15 novembre, ore 12.30, Aula Di Napoli

Omaggi

Sono disponibili, in sala di lettura:

  • diverse copie della carta geologica 1:10.000
Il bacino del torrente bracciasco valmalenco
Bacchi , B.; Consiglio Nazionale delle Ricerche (Italy)
Milano : Dipartimento Scienze della Terra, Universita di Milano 1983
  • diverse copie del n.35-Settemnre 2001 della rivista Geotalia

Royal Society, l’archivio scientifico diventa open access

“Nullius in verba” , non accettare nulla sulla parola ma verificare tutto attraverso i fatti, i dati, le prove. Con un motto ufficiale così, nell’era dell’open access, la Royal Society di Londra, una delle più importanti accademie scientifiche del mondo, non poteva mantenere a lungo i suoi archivi ancorati al vecchio sistema del Pay per view (pagare per vedere). Nei giorni scorsi l’annuncio ufficiale : uno dei più importanti archivi custoditi dalla prestigiosa fondazione, oltre 60mila articoli scientifici pubblicati tra il 1665 e il 2011, è diventato gratuito e scaricabile da chiunque attraverso un sistema completamente informatizzato e consultabile online. Si potranno cercare gli articoli attraverso parole chiavi, autori o estratti dei testi pubblicati sulla rivista scientifica ufficiale, la “Philosophical Transections” che ha iniziato le sue pubblicazioni cinque anni dopo la fondazione dell’accademia (28 novembre 1660) ad opera di alcuni tra i più importanti scienziati dell’epoca, uniti dal comune intento di diffondere e mettere a disposizione dell’umanità il sapere scientifico fin li acquisito.

Nel prezioso scrigno virtuale si celano veri e propri capolavori come il primo saggio scientifico pubblicato da Isaac Newton,che fu

Continua a leggere

Conferenze

Siete tutti invitati a partecipare alla conferenza che il dott. ALBERTO MALINVERNO

(Senior Research Scientist, Lamont-Doherty Earth Observatory, NY – USA)

terra’ Venerdì 11 Novembre 2011, Aula A ore 11.00, Dipartimento di Mineralogia

 

“A M-sequence geomagnetic polarity time scale that steadies spreading

rates globally and incorporates cyclostratigraphic constraints”

 

Locandina: Malinverno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: